Un angolo di paradiso dove la natura è protetta e incontaminata

Si possono raggiungere dalla penisola di Giens o dalla cittadina di Hyères in una mezz’ora scarsa di navigazione.
Porquerolles è la più grande delle tre Îles d’Hyères. I comuni mortali possono visitarla in giornata.
La maniera migliore per visitare le meravigliose ed incontaminate calette è sicuramente quella di affittare una bicicletta.
Le isole di Hyères sono forse più famose della Costa Azzurra, grazie alla loro natura incontaminata e al loro mare turchese e cristallino.
La peculiarieta’ che rende unica in tutto il mondo l’isola di Porquerolles è il livello di salvaguardia dal punto di vista ambientale: infatto non esistono auto né veicoli a motore, è vietato campeggiare, costruire, estirpare radici, accendere fuochi, raccogliere conchiglie, pescare e anche fumare all’aperto.
Lungo la cost asettentrionale si trovano spiagge di sabbia bianca e foreste di pini marittimi che arrivano fino nel mare, azzurro e limpido come in pochi altri luoghi del Mediterraneo. Il versante opposto dell’isola invece è più aspro e selvaggio, con scogliere e piccole calette raggiungibili attraverso impervi ma scenografici sentieri, oppure navigando.

Muoversi fra le isole a bordo di una barca a vela o di un catamarano è certamente il modo migliore per scoprire questa meraviglia della natura, non così lontana dall’Italia. Si sussegue una miriade di piccole baie, una più bella dell’altra, ognuna con il suo angolo di mare dove l’acqua è talmente trasparente da mostrare ogni dettaglio del fondale.

Il piccolo villaggio di Porquerolles si trova sulla costa settentrionale e si sviluppa intorno al porto e alla Place d’Armes, la piazza del paese dove i pochi abitanti dell’isola si ritrovano per giocare a petanque, una variante del gioco delle bocce, o a sorseggiare un pastis come aperitivo. Per scoprire l’entroterra si possono noleggiare delle biciclette, per immergersi nel suo paesaggio verde e rigoglioso, ricco di vigneti, ciuffi di erica e mirto, pini ed eucalipti. Gran parte dell’isola fa parte del parco nazionale di Port Cros, il più importante nella salvaguardia del patrimonio naturale e culturale dell’arcipelago di Hyères,creato nel 1963 ed è il secondo più vecchio parco nazionale francese.

Sull’Isola di Porquerollesle spiagge della costa Nord sono più accessibili, meno ventose e si raggiungono seguendo facili sentieri a piedi o in bicicletta. Le spiagge della costa Sud sono più selvagge e isolate, sono circondate dalla macchia mediterranea davanti a un mare cristallino. Quasi tutte le spiagge sono prive di servizi, fondamentale portarsi da bere e mangiare.
La spiaggia di Notre Dame è una delle spiagge più belle dell’isola di Porquerolles. La Plage d’Argent è l’unica spiaggia in cui c’è un chiosco dove è possibile acquistare da bere e da mangiare. Proseguendo si raggiunge la spiaggia più selvaggia Du Langoustier. La spiaggia De la Courtade è la più ampia tra le spiagge di Porquerolles e la più vicina al paese raggiungibile a piedi o in bicicletta in pochi minuti.
Il piccolo villaggio di Porquerolles si trova sulla costa settentrionale e si sviluppa intorno al porto e alla Place d’Armes, la piazza del paese.
L’isola di Port-Cros deve il suo nome ad un piccolo porto a forma di croce. L’isola venne donata al governo francese dalla sua ultima proprietaria, per costituirvi un parco nazionale.

L’arcipelago delle isole Porquerolles è costituito da tre isole maggiori e una serie di isolotti. Li caratterizzano una natura incontaminata, preservata con molto serietà dai suoi abitanti. Le Isole di Hyères, chiamate anche Isole d’Oro sono: Porquerolles, Port-Cros e Ile du Levant.

L’isola fa parte del Parco nazionale di Port-Cros ed è una zona ecologica di salvaguardia della natura. Sull’isola infatti è vietato circolare con le automobili,è vietato edificare, campeggiare e fumare all’aperto.

Diciamoci la verità: non è proprio un’isola alla portata delle tasche di tutti, ma è un incanto. Rifugio esclusivo per i ricchi della Costa Azzurra alla ricerca di un pò di pace e solitudine, Le Levant, Port-Cros e Porquerolles sono talmente suggestive che gli antichi le chiamavano Isole d’Oro. Questo splendido nome gli venne dato per i riflessi dorati che colorano le rocce al tramonto. Port-Cros è visitabile esclusivamente a piedi. Esplorare Porquerolles in bicicletta respirando il fresco aroma dei pini marittimi è davvero una piacevolissima esperienza. Su tutte le isole vigono regole severe per preservarle; è, infatti, vietato accendere fuochi, campeggiare, estirpare piante, allontanarsi dai sentieri segnalati, raccogliere conchiglie e pescare. Le 3 isole sono un vero paradiso per gli amanti delle immersioni e delle regate di vela. E’ possibile effettuare escursioni con barche dal fondo di vetro per ammirare gli splendidi fondali.